mercoledì 2 dicembre 2015

Misterioso editor ha letto Cronache di redazione

Una cara amica, nonché collega (lavora da anni per una nota casa editrice) ha letto Cronache di Redazione e ci ha inviato il suo professionale parere, diciamo pure una recensione super partes, che pubblichiamo per intero, senza modificarne neppure una virgola.

Mille grazie, N.C.

Cronache di redazione
Un mondo 3D e 4D che ti prende e ti incuriosisce per la persona del narratore, tenacemente presente dietro il sipario della parola. 
Si avverte il rifiuto della narrazione lineare in favore di una maggiore libertà negli incastri dei piani narrativi, sebbene sia un rifiuto mai portato all'estremo da far perdere la presa al lettore, il che rende la lettura una sorta di percorso salterino da una liana all'altra, dentro una colorata giungla della fantasia. 
Liane a volte anche pericolosamente esili, ma capaci di reggere ondeggianti prese da un filo conduttore all'altro. 
Il testo su presenta come una sorta di tela di ragno che sicuramente può nascondere una precisa struttura soggiacente destinata a beffarsi del lettore, che resta sempre in guardia se pure affascinato dal racconto nel racconto, nel racconto. 
Una narratività multiprospettica, dettata da un profondo e tangibile gusto per la creazione del personaggio (con punte di ludica maestria nella scelta dei nomi e quindi delle frequenze parlanti). 
Un testo che risuona, consuona, deflagra, rallenta e riprende ritmo come un fiume irrequieto
Il piacere di scrivere è ovunque, ammiccante. 
Il lettore si tira indietro ma poi partecipa, trattenuto all'interno dal ritmo imprevedibile della successione dei pensieri; sa di essere un ospite in un viaggio privato, ma lascia che si attivino i suoi neuroni-specchio, riuscendo così a condividere un po' del cibo che cade dal vassoio stracolmo del narrante. 
Una prova a cui non mancano né cuore, né testa, né slancio. 
Serve ancora più coraggio, per concedere ulteriore spazio, spazio alla vocazione della simultaneità, dell'ipertestualità, alla rottura dei legami logici, all'azione clamorosa che sorprenda oltremodo la testualità, già bella, fluida e scattante.
N.C.

Mi permetto solamente una marginale osservazione: se, come sostiene N.C., serve più coraggio nel testo, il book-trailer in compenso ne ha da vendere.
Ivan lo Stupido


Dove puoi acquistare il libro
Mondadori Store sconto 15% €12,00 - € 10,20
Ibs sconto 15% €12,00 - € 10,20
YCP
... e in tutte le librerie, ordinandolo attraverso il codice ISBN 9788893210492

Dove puoi acquistare l’ebook
La Feltrinelli

Nessun commento:

Posta un commento