domenica 24 aprile 2016

Se la regina perde una corona...

E vi prego di notare  che non ho scritto “se una regina perde la corona”, ma proprio “se LA regina perde una corona”…  La regina d’Inghilterra naturalmente. Di quale regina potremmo mai parlare, e proprio a ridosso del suo novantesimo compleanno? La signora compie novant’anni  e possiamo dire che se li porta in modo egregio,  con quello sguardo lucido e quell’ineffabile sorriso. In sessantaquattro anni di regno lo ha speso con regale discrezione  ma negli ultimi tempi  si è fatto più evidente.  È diventata più disponibile? Forse, può darsi, ma non è quello il punto. 
Il punto  è che la regina ha novant’anni  e dei denti  bellissimi. E questo mi fa pensare che qualcuno abbia avuto e ha tutt’ora il compito di curarli. Insomma, anche la regina deve avere  un dentista. 
 
Ne avrà avuti parecchi immagino, perché non tutti hanno la fortuna di avere una carriera lunga quanto la sua, quindi è probabile ne abbia sepolti più di un paio…    
Ma provate a pensarci.     
Il dentista della regina d’Inghilterra.
Che razza di responsabilità deve avere uno che le mette le mani in bocca? E se sbagliasse qualcosa? E se le facesse male?  
Tagliategli la testa!” come la Regina di Cuori.
 Ma la cosa che mi chiedo è: la regina andrà dal dentista o sarà il dentista ad andare da lei?   
- Pronto, sono la regina, vorrei fissare un appuntamento…
Perché avrà avuto qualche reale carie anche lei in novant’anni di vita, o il tartaro, o un dente del giudizio da togliere. Una corona da mettere (!)  Ma la regina può fare anticamera nello studio del dentista, leggendo giornalacci che parlano di Pippa Middleton? No, ovviamente.
“Presto, tra mezz’ora arriva la regina, togliete di mezzo le riviste!”
E per quanto esista perfino chi ha avuto l'avventura di viaggiarle accanto in metropolitana, non ci vedo nessuno seduto insieme a lei sul divanetto di una sala d'attesa insieme alla scorta. Lei con la sua borsetta in grembo, con dentro il portafogli  per pagare (?) e le mentine per rinfrescare l’alito.
“ Sua Maestà, tocca a lei… 
Lei entra, appoggia la borsetta, toglie il cappottino rosa, e si accomoda per farsi mettere la bavaglia al collo mentre l’acqua riempie il bicchierino di plastica vicino alla sputacchiera  Naaaa.           Quindi il dentista deve andare a corte. Per forza. Armi e bagagli. Ma se si può portare i ferri del mestiere, mica si può portare la poltrona. E allora? E allora a Buckingham Palace ci deve essere uno studio con una reale poltrona, ecco. E un dentista reperibile giorno e notte, Pasque e Natali sempre pronto con la siringa in mano a far fronte alle eventuali emergenze. Ché se alla regina dovesse mai far male un dente mi sa che convenga  farglielo passare  in fretta.
“Che succede Maestà?”
Mi si è rotto un molare mangiando un pezzo di torrone!
Insomma,  se fossi il dentista avrei un certo riguardo a metterle lo specchietto in bocca. Che poi, se il molare  è rotto  finisce che lo si debba ricoprire.  Con una corona appunto.
 Martin Weasel


Buon compleanno, Maestà!

http://mattsirach.tumblr.com/


Nessun commento:

Posta un commento