martedì 16 agosto 2016

Chi è Abel?


Forse lo sapete già, forse Abel è già entrato nei vostri sogni, o meglio nei vostri incubi... perché, con la promozione, l'ebook Abel di P. M. Mucciolo ha scalato le classifiche di Amazon, vendendo centinaia e centinaia di copie in soli 6 giorni.


Ora l'offerta è finita, ma l'ebook mantiene un prezzo accessibile a tutti:
1,99 €.

Dunque, chi è Abel?

Partiamo dal nome: Abel. Corto e infido. Fa pensare al fratello, fa pensare all’agnello, eppure si capisce che dietro c'è dell’altro. E infatti dietro a quel nome c’è un Essere indefinibile, un’eminenza nera, il Male che prende forma, e non si ferma a una soltanto…
Abel è il seguito delle Ombre Azzurre e nel romanzo precedente se ne era già capita l’essenza, ma lì non aveva ancora un nome, era il Pallido, il Rosso, una figura quasi delicata, ma perfida e potente, dannatamente potente…
Nelle Ombre Azzurre, il ragazzino che aveva stravolto il suo disegno criminale era riuscito a scamparla anche se il prezzo era stato quello di vivere una vita non sua, ma in questo romanzo la storia continua nella vendetta, sottile e micidiale, che Abel monta nei suoi confronti, esibendo tutto (o quasi...) il potere di cui è capace.

E chi è l'autrice di questo misterioso romanzo?
P. M. Mucciolo ha partecipato con il romanzo Le Ombre Azzurre al Torneo letterario IoScrittore 2011, organizzato dal Gruppo editoriale Mauri Spagnol, vincendo la pubblicazione in ebook.
Dice di sé, con una punta d'ironia: “scrivo perché sono grafomane. Scrivo racconti, romanzi, saghe, cartelle cliniche, lettere di protesta, lettere agli amici e anche agli sconosciuti. Le cartelle cliniche e le lettere agli sconosciuti hanno molto successo”.


Link per l'ebook:
Euro 1,99
Amzon
StreetLib Store
BookRepublic
iTunes
Mondadori

Link per il libro:
Euro 21,99

Il libro è disponibile in tutti gli store online
e potete ordinarlo anche nella vostra libreria di fiducia
con i seguenti dati:
Titolo: Abel
Autore: P. M. Mucciolo
ISBN: 9788891150608

Se vuoi saperne di più:
guarda il book trailer oppure leggi la recensione di Martin Weasel.

Nessun commento:

Posta un commento