mercoledì 9 novembre 2016

Dimmi dove porti gli anelli e ti dirò chi sei

Simbolo magico, ornamento estetico, segno nobiliare, regalo d’amore, ma anche gioco o provocazione. L’anello è da sempre intriso di significato. La sua forma richiama la perfezione e la protezione.


Il cerchio era usato per fortificare le città, per proteggere i templi e, nelle pratiche magiche, lo si traccia intorno alla persona per difenderla dai nemici e dai demoni.
L’anello è un cerchio personale, che riveste un ruolo di amuleto o talismano e negli anni non ha mai perso il suo fascino e il suo potere.
La scelta dell’anello non è mai casuale. In modo più o meno consapevole, essa pone in evidenza il dito al quale lo si porta, ne rafforza il significato e dà indicazioni sul carattere, sui desideri e sullo stato d’animo di chi lo indossa.
Se, per esempio, infili l’anello sempre allo stesso dito, dimostri chiarezza d’idee, ma poca flessibilità al nuovo. Se, al contrario, ti lasci ispirare del momento e cambi dito in base all’estro, denoti buone capacità di adeguarti alle situazioni, ma scarsa linearità d’obiettivi.
In ogni caso, il rito dell’anello prepara alla nuova giornata, con l'intento di esibire le migliori qualità, pronti ad affrontare il mondo e a intrecciare con gli altri un dialogo fatto anche di messaggi silenziosi.

Mano sinistra o mano destra? 
La mano sinistra è quella della dimensione interiore, delle emozioni, della sensibilità, della ricettività, dell’inconscio. La destra, invece, ci mette in relazione con il mondo esterno, è la mano della volontà, della realizzazione, della comunicazione, del conscio. Il semplice fatto di privilegiare una mano rispetto all’altra nell’uso degli anelli, indica già un importate orientamento.
Se orni la mano sinistra, preferisci vivere l’aspetto intimo, i sogni, la fantasia. Usiamo questa mano, infatti, per esprimere i desideri e le aspirazioni, e quando la destra rimane totalmente sguarnita potrebbe sottintendere che c’è qualcosa che si vorrebbe ma che non si ha il coraggio di conquistare o che si pensa di non meritare. In questi casi, conviene osare: indossa un bell’anello anche sulla mano destra e lanciati alla conquista dei tuoi sogni!
Infili gli anelli alla destra? Sei più portato verso il lato pratico, concreto e costruttivo della vita. L’assenza di anelli alla sinistra potrebbe rivelare un atteggiamento troppo rivolto verso l’esterno e poco propenso ad ascoltare i bisogni più intimi. Se questo è il tuo caso, prova a mettere a rotazione un anello sulle dita della mano sinistra e scopri con quale ti senti di più a tuo agio.
Gli anelli su entrambe le mani indicano un buon equilibrio tra interiorità ed esteriorità, tra sogno e realtà, tra fiducia in sé e sicurezza verso gli altri.

Le dita 
Ogni dito ha una valenza speciale. Proteggerlo e metterlo in risalto con un anello è un atto magico che parla di noi e del nostro rapporto con il mondo.

L’indice è il dito associato a Giove e su di esso passa la Linea dermoriflessologica della memoria. Designa il proprio potenziale, soprattutto in relazione con la società. Se porti con naturalezza l’anello su questo dito ami essere protagonista. Sei ottimista, ambizioso, fiducioso nelle tue capacità e confidi nell’aiuto della fortuna. Audacia e spirito d’iniziativa sono le tue caratteristiche dominanti, che ti aiutano a raggiungere il successo. Sei dotato di carisma e ami esercitare la tua autorevolezza, guidando o consigliando gli altri. L’indice è il dito attraverso il quale si indica la via, ed è proprio questo ciò che sai, o vuoi, fare. Le tue indiscusse capacità ti circondano di persone che ascoltano e seguono i tuoi pareri con fiducia. Talvolta sei un po’ egoista e autoritario e non dai retta alle opinioni altrui, ma il tuo carattere, estroverso e socievole, ti rende comunque simpatico e ben accetto.
Per i timidi, gli insicuri e chi tende a farsi dominare dagli altri, può essere utile dotarsi di un anello sull’indice destro, perché aiuta l’autoaffermazione e risveglia la competitività.

Il medio è attribuito a Saturno, il dio della logica, del rigore e del destino. Su di esso passa la Linea dermoriflessologica dell’associazione mentale. Questo dito ha il compito di mantenere l’equilibrio tra esteriorità e interiorità, tra ragione e sentimento, compito che richiede distacco, capacità di concentrazione, obiettività e introspezione. Se adorni istintivamente il medio, sei una persona seria e controllata, che valuta ogni cosa con calma, soffermandosi sui dettagli e diffidando delle opinioni affrettate. Hai anche buone attitudini nelle questioni pratiche. Per le tue doti, e anche perché chiedi aiuto raramente e cerchi di risolvere i problemi da solo, sei apprezzato dagli altri, ma ispiri anche una vaga soggezione per quella che può essere scambiata per superiorità e che invece è rispettosa discrezione. Il rigoroso equilibrio di Saturno non è sempre facile da sopportare e gestire, e spesso all’anello sul dito medio se ne accompagna un altro.  
Medio e indice insieme denotano una scelta improntata al successo e al prestigio. Una scelta che sfrutta la logica seria, ponderata e organizzativa del dito medio per ottimizzare e incrementare la realizzazione sociale e professionale dell’indice. L’importanza che riservi ai sentimenti si riduce un po’, ma lo splendore gioviale si avvantaggia della solidità saturnina.
Medio e anulare insieme diluiscono la seriosità di Saturno in una maggior disponibilità a lasciarsi andare, ma il controllo sulle emozioni rimane vigile. Se ti senti assillato dall’ingombrante presenza degli altri, infila un anello al dito medio, che ti aiuterà a mantenere l’equilibrio, ma anche ad ampliare il tuo spazio vitale.

L’anulare è associato ad Apollo, il dio del Sole. È il dito dei sentimenti e della felicità. Su di esso passa la Linea del piacere. Da tempo immemorabile destinato a ospitare l’anello di fidanzamento e la fede nuziale, indica la gioia di vivere e i piaceri della vita. Porti sempre un anello all’anulare? Allora sei un sognatore, un idealista che ama fantasticare ad occhi aperti. Prediligi le situazioni dove regna l’armonia e la tranquillità, piuttosto che le sfide. Dall’esterno puoi apparire pigro, ma, anche se questa caratteristica ti appartiene, è riduttivo definirti così. Questo atteggiamento deriva piuttosto da una visione del mondo più estesa, capace di dare il giusto peso alle ambizioni e alle piccole lotte quotidiane. Esiste pur sempre una tendenza verso le cose facili e belle conquistate senza fatica, che, se amplificata, può renderti vulnerabile di fronte alle difficoltà e bisognoso di sicurezza materiale. D’altra parte, un anello all’anulare è un implicito messaggio d’amore, testimone di un animo sensibile che desidera dare e ricevere affetto, quindi non mancheranno gli aiuti dall’esterno per superare le prove più fastidiose.
Se insieme all’anulare porti un anello anche al dito indice, allora riveli una doppia tendenza: da una parte il desiderio di protagonismo e la voglia di dirigere la vita, dall’altra il piacere di lasciarti andare fra le rilassanti braccia dell’amore. Forse all’esterno appari un po’ “schizzato”, ma di solito sai destreggiarti abilmente, alternando le due diverse personalità in base ai momenti e alle circostanze.
Per chi sta vivendo un periodo di solitudine indesiderata, un bell’anello all’anulare destro è un chiaro segnale di disponibilità. Ma evitate accuratamente il dito sinistro, perché equivale a dire che il cuore è già occupato.

Il mignolo è il dito di Mercurio, rappresenta le interazioni con gli altri, la comunicazione, l’intelligenza, l’emotività e l’intuito. Su di esso passa la Linea delle emozioni. Se ami mettere l’anello al mignolo, sappi che questo è il dito più autonomo ed eccentrico che abbiamo, quello che lavora di meno e che spesso si separa dai suoi fratelli in un moto di estrosa diversità, giustificata da due note di fondo: spregiudicatezza e morale soggettiva. Metterlo in evidenza è tipico delle persone vivaci, brillanti, abili con le parole e sottili incantatori. Doti accattivanti che aiutano a perseguire molteplici interessi, che possono spaziare dagli affari al denaro, dalla sete di conoscenza al sesso, ma tutti solitamente coinvolgono il rapporto con gli altri. L’intraprendenza, le capacità di mediazione e di organizzazione, unite all’eloquio convincente, fanno di te una persona indispensabile in molte circostanze, fatto che ti gratifica non tanto per il senso di potere che ne deriva, quanto per il piacere che provi nel creare contatti, scambi e movimento. Il denaro per te è importante come mezzo per giocare e non fine a se stesso. Sei, infatti, generoso e non ti formalizzi troppo su come ti procuri i mezzi per divertirti. Hai un carattere libero e curioso e sei dotato di un buon intuito.
L’abbinamento dell'anello al mignolo con uno al medio denota contrasti di natura morale, mentre all’anulare il dinamismo e la vivacità si ammantano di romanticismo.
L’accoppiata che può creare qualche fastidio con gli altri è quella che vede coinvolti mignolo e indice, perché rappresenta un eccesso di protagonismo, che può sfociare nell’egoismo e nell’opportunismo.
Per le persone pacate e un po’ introverse, mettere un anello al mignolo può stimolare l’arte della comunicazione e regalare quel pizzico di effervescenza in grado di farsi notare.

Il pollice è il più importante di tutte le dita per la sua prerogativa di opporsi alle altre e di conferire un’eccezionale abilità manuale. Per questo motivo rappresenta l’intera personalità. Subisce l’influsso di Venere, benché non sia espressamente attribuito a questa dea, ed è attraversato dalla Linea dell’amore. Infilare un anello al pollice è un modo quasi provocatorio di mostrare sicurezza di sé. È un po’ come affermare di poter superare ogni ostacolo. Ma è anche segno d’amore per se stessi, di fiducia nelle proprie capacità e di apprezzamento della propria persona.


Porti anelli su tutte le dita? È un modo di soddisfare il bisogno di esibire le cose che ti piacciono senza distinzione, ma la mano rimane muta dal punto di vista del messaggio che lanci. Adornare tutte le dita è come non evidenziarne nessuna. Un suggerimento? Metti gli anelli al posto “giusto” secondo l’impulso o l’ispirazione del momento.

Non porti anelli? Siamo di fronte a due possibilità: o ti senti ancora incerto sulla tua identità, indeciso su cosa fare e aperto a tutte le possibilità e a ogni tipo di esperienza, oppure preferisci non esporti, mascherando inclinazioni e debolezze, e osservare gli altri libero di regolarti a seconda delle circostanze per fare le scelte più comode.

Samantha Fumagalli 

Se vuoi conoscere meglio la Dermoriflessologia® e le Linee che decorrono sulle mani e sul corpo con i rispettivi significati ti consiglio di leggere il libro L'anima svelata. Qui troverai tutte le indicazioni fondamentali sulla Dermoriflessologia, sulle sue origini, sulle corrispondenze psicosomatiche e su come praticare la tecnica.

  • Titolo: L'anima svelata
  • Autore: Samantha Fumagalli e Flavio Gandini
  • Data di uscita: 2016
  • Pagine: 206
  • Editore: Youcanprint
  • ISBN: 9788892632134
  • Prezzo: € 25,00
Il libro è disponibile in tutti gli store online
oppure lo puoi ordinare 
presso la tua libreria di fiducia
con il codice ISBN 9788892632134
Alcuni link per l'acquisto:

2 commenti: