sabato 21 gennaio 2017

La Genesi e il Design

L'uomo da sempre cerca di rendersi conto di come possa essere stato generato l'universo e, di conseguenza, dove cercare le proprie origini.
Lungi da me formulare nuove ipotesi, ce ne sono già abbastanza!

A partire da quelle rigorosamente religiose per arrivare alla meccanicistica più estrema.
Un particolare, però, vorrei farlo notare: la funzionalità degli animali ha del miracoloso e, qualunque sia stata la Mente Eccelsa che l'ha elaborata, non possiamo che inchinarci e rimanere stupiti da quanto sia meravigliosamente perfetta la natura.


Ma un dubbio feroce mi assale: dell'estetica chi se n'è occupato?
Temo che ci fossero, già ai primordi del tempo, agenzie di design che hanno ottenuto l'incarico di carrozzare gli animali e che, dramma che ancora oggi ci perseguita, l'ego dei progettisti fosse tale da cercare di stupire e di fare qualcosa di più appariscente dei colleghi.
Ve lo dimostro.

La prima agenzia incaricata di carrozzare i volatili ha studiato una livrea uniforme e abbastanza elegante. E poi il nero va su tutto...


Visto da occhi estranei, il risultato non appariva soddisfacente? La concorrenza si è dotata di colori vivaci e ha prodotto l'effetto che si può osservare nella foto seguente. Beh, niente male!


Il prossimo esempio sottintende un po' di arrivismo in più. A me sembra che il primo designer non avesse fatto un cattivo lavoro.


Perché, dunque, esagerare e tirare fuori un canguro? Forse soltanto perché di dimensioni più consistenti? Siamo onesti, forse era venuto meglio il primo modello...

Passiamo ora all'ideatore del tacchino, per quanto indubbiamente dotato di estro, non ha fatto un lavoro eccezionale...


Pertanto qualcuno ha dovuto impegnarsi a ripulire la linea e dare vita al Tacchino 2.0, che poi qualcuno chiamerà struzzo...


Serve un efficace mezzo di trasporto per attraversare i deserti? Ecco un bel dromedario.


Poi, un giorno, un esperto di ergonomia si mette d'impegno e migliora la linea: due gobbe sono molto meglio di una per il confort del passeggero.


E arriviamo al cavallo. Elegante, vero?


Ma qualcuno esagera sempre: i soliti maniaci dell'estetica. Così non andava bene?
Proviamo con una capigliatura più fluente?


Troppo ordinata? Sa di benpensante? Lo facciamo un po' selvaggio e un po' hippy?


«E fate sempre come vi pare!» 
ha tuonato il Padreterno dall'alto dei cieli. 
Ma, ormai, il più era fatto. 
Mica si può tornare indietro e disfare il lavoro tutte le volte, come era già successo al tempo dei dinosauri, no?

Nessun commento:

Posta un commento